Trattamento dei gas di scarico

Trattamento dei gas

Trattamento di biogas, gas di depurazione e gas di discarica

APROVIS ha accumulato una grande esperienza nella tecnologia per il trattamento dei gas di scarico. Tale tecnologia interessa i seguenti settori:

  • FriCon (raffreddamento e deumidificazione del gas)
  • Riscaldamento del gas
  • ActiCo (rimozione di zolfo e sostanze inquinanti)
  • Compressori e soffiatori per gas
  • Scambiatori termici di gas (da biogas a gas naturale)
  • Applicazione flessibile in impianti di cogenerazione e sistemi a biogas

DAL BIOGAS AL BIOMETANO

L’immissione di biometano nella rete del gas naturale riveste un ruolo sempre più importante. APROVIS si occupa della depurazione del biogas per garantire un funzionamento sicuro degli impianti di trattamento del biometano. Per poter produrre biometano da biogas mediante separazione di anidride carbonica (CO2), è necessario allestire un processo di depurazione del gas affidabile. Solo così infatti è possibile garantire un funzionamento continuo e tempi di inattività ridotti.

Funzionamento del processo di conversione del biogas in biometano


Il biogas viene prodotto nel digestore: il gas di depurazione viene immesso nell’impianto di depurazione, mentre quello di discarica fluisce in discarica. Il biogas deve essere desolforato, poiché in caso contrario l’acido solfidrico generatosi potrebbe causare dei fenomeni di corrosione.

La desolforazione grossolana avviene

  • tramite un processo biologico che impiega microorganismi ossidanti dello zolfo
  • tramite un processo chimico che impiega precipitanti, come l’ossido di ferro, che legano lo zolfotramite un processo biologico che impiega microorganismi ossidanti dello zolfo
  • tramite un processo chimico che impiega precipitanti, come l’ossido di ferro, che legano lo zolfo

Durante questo processo APROVIS adempie ad alcuni compiti elementari:

  • Disidratazione del gas mediante raffreddamento (opzionalmente mediante compressione)
  • Desolforazione fine mediante adsorbimento da parte di carbone attivo
  • Adsorbimento mediante unione di acqua e gel di silice

Il processo di trattamento dei gas di scarico prevede anche la separazione di CO2 mediante lavaggio amminico senza pressione, scrubbing con acqua pressurizzata, adsorbimento a oscillazione di pressione o tecnologia a membrana. Per questo processo APROVIS impiega degli scambiatori termici di gas (ad alta pressione).

DEPURAZIONE DI BIOGAS PER L'USO IN IMPIANTI DI COGENERAZIONE

Il biogas viene prodotto nel digestore, mentre la desolforazione grossolana avviene tramite processi biologici o chimici (come descritto sopra).

In questo campo APROVIS offre le seguenti prestazioni:

  • Disidratazione del gas mediante raffreddamento (opzionalmente mediante compressione)
  • Desolforazione fine o rimozione di silossani mediante adsorbimento da parte di carbone attivo (opzionalmente da parte di ossido di zinco)

Il processo di depurazione del gas comprende la desolforazione e la rimozione di acido solfidrico (H2S), silossani e altre sostanze inquinanti. Ciò consente di proteggere il motore e tutti i componenti che entrano in contatto con il gas di combustione (soprattutto lo scambiatore termico di gas di combustione). Se non si esegue la desolforazione, l’acido solforico presente nel gas di combustione potrebbe causare danni da corrosione portando in pochi giorni al guasto totale dell’impianto.

TRATTAMENTO DEL GAS IN BASE ALLE ESIGENZE

Generalmente i sistemi a biogas con impianti di cogenerazione richiedono un’alimentazione di corrente continua. Se gli impianti di cogenerazione prevedono una gestione flessibile, le eventuali oscillazioni possono essere compensate facendo ricorso a energia solare ed eolica. Gli impianti a biogas immagazzinano il biogas allo stato grezzo. Esso viene trattato solo quando il sistema necessita di corrente.

Il sistema deve essere mantenuto a una temperatura costante per evitare la formazione di condensa. Ciò è molto importante soprattutto negli impianti ActiCo, nei quali la depurazione del gas avviene mediante filtri al carbone attivo. La condensa distruggerebbe infatti il carbone attivo.

APROVIS risolve il problema in questo modo:

  • Il serbatoio ActiCo viene avvolto da serpentine di riscaldamento nelle quali circola acqua calda
  • Il riscaldamento avviene con acqua calda proveniente dall’impianto di cogenerazione o mediante un nastro elettrico riscaldante

Quali sono le vostre esigenze?

Parlate con i nostri collaboratori per scoprire i vantaggi dei nostri prodotti e le opzioni possibili per il vostro caso di applicazione. Analizziamo, consigliamo e consegniamo soluzioni idonee in tempi rapidi. Saremo lieti di fare la vostra conoscenza.

contatto Come possiamo aiutarti?